lunedì 31 marzo 2008

Cose dell'altro mondo

Ieri sera prima del concerto dei Portishead i bagarini cercavano disperatamente di comprare i biglietti invece di venderli.

Ieri sera al concerto dei Portishead c'era un frate francescano sui sessant'anni con annessa chilometrica barba bianca.

Ieri sera alla fine del concerto moltissime persone si accalcavano al banchetto dei souvenir e compravano la tazza dei Portishead, più che le magliette. Sì, proprio una tazza di quelle che si usano a colazione per bere il caffelatte, solo con la P sopra. Da non crederci.

Ieri sera IO ho comprato la tazza dei Portishead, dopo che avevo appena detto ad un mio amico: "Ma ti rendi conto? La tazza no, come si fa a comprare la tazza? E' ridicolo! Io vado al banchetto solo a pigliare un paio di spillette". Che poi i miei ignari coinquilini quando la vedranno mi prenderanno in giro, dicendo che ho preso la tazza con la P di Paolo.

Ieri sera, mentre si attendeva l'inizio, lo stesso mio amico di cui sopra mi ha confidato che nel lontano 1996, quando era un entusiasta e inesperto studente a Roma, trovandosi sotto il palco dell'Ulivo mentre D'Alema, Veltroni e Paolo Villaggio (che c'entrasse poi lui non si sa...) festeggiavano una vittoria elettorale, strinse addirittura la mano al predestinato Darth Walter e, in un impeto di gratitudine, gli disse: "VERSO IL 2000!". Ora usa il certificato elettorale come carta igienica.

"E il concerto?" Direte voi. Beth Gibbons ieri era molto vicina alla mia idea di divino. Non c'è molto altro da aggiungere. Anzi ci sarebbe, ma non ho voglia.

martedì 25 marzo 2008

lunedì 24 marzo 2008

Una compilation

Ultimamente si stanno diffondendo molto i servizi che permettono di creare playlist pescando in giro per la rete brani degli artisti più vari, un po' sul modello di Last.fm. Ce ne sono appunto molteplici, quasi tutti scoperti grazie a Cabal, ma al momento quelli che mi sembrano migliori sono Imeem e Playlist, con una preferenza per il primo semplicemente per il fatto che la formattazione del player si adatta bene alla barra laterale del mio blog.
Dimenticavo... per chi volesse ascoltarla proprio qui a sinistra c'è una selezione di prova, con alcune canzoni che mi andava di mettere.

giovedì 20 marzo 2008

giovedì 13 marzo 2008

Case sparse

Ieri sera magnifico concerto dei Band of Horses al MusicDrome di Milano. Veramente stupefacenti sul palco i sei musicisti del South Carolina, con l'inconfondibile voce di Ben Bridwell in primo piano, hanno sciorinato un set caldo e intenso con il loro incrocio di sonorità indie con la tradizione country-folk, soul sudista e pure un pizzico di rock anni settanta. Una bella serata in cui sul palco, tra headliner e gruppi spalla, ci stavano più barbudos che nella rivoluzione castrista.

E' morto l'ultimo reduce francese della Grande Guerra: Lazare Ponticelli, di chiare origini italiane.

Scena surreale un paio di giorni fa a casa mia. Appena finita la malaugurata partita di Champions League con cui il Liverpool ha eliminato l'Inter, sono salito in camera, trovando un mio coinquilino che leggeva un libro di preghiere. Ridisceso in salotto un paio di minuto dopo, vedevo un assembramento vergognoso di persone intorno al mio pc. Erano gli altri miei coinquilini che stavano guardando filmini porno su YouPorn. Sul mio PC. Usando la mia ADSL.
Sempre in casa abbiamo appena debellato un'invasione di formiche, che ormai da un paio di settimane cercavano di prendere possesso della nostra cucina, con discreti risultati a dire il vero, dato l'incessante viavai di insetti che si mostrava a chiunque guardasse il lavandino.

Osteria numero 20...

Cominciava così la strofa di una canzone da osteria, che si cantava anni e anni fa alle cene del liceo dopo aver bevuto innumerevoli bicchieri di vino e altre sostanze alcoliche da poche lire. Il trailer di Teeth, piccolo film indipendente americano, segnalatomi da Robertolunico, me l'ha inevitabilmente fatto ricordare, anche se la sensazione che suscita è piuttosto inquietante.


domenica 9 marzo 2008

Sigur Ros - Heima

Per coloro che non avessero visto "Heima" (io ero tra questi), il documentario sul tour islandese dei Sigur Ros dell'estate 2006, caratterizzato da improvvisate e concerti gratuiti, la band ha deciso di postarlo e renderlo disponibile su YouTube.

(segnalazione da INDIE-ROCK.IT)

venerdì 7 marzo 2008

Aspettando Juno

Un paio di segnalazioni di album in free download, trovate grazie al sempre interessante Free Albums Galore. La prima riguarda il nuovo album per i Charlatans, band sopravvissuta più che dignitosamente all'anfetamenica Madchester pre-Oasis, di fine anni ottanta-inizio novanta, scaricabile dal sito della radio britannica XFM. Non sembra male, certamente non originale ma accattivante nella sua miscela di new wave, psichedelia sixties e pop d'oltremanica.

The Charlatans - You cross my path

La seconda citazione è per una compilation promozionale della Anti, eclettica label americana che allinea parecchi nomi interessanti tra le sue fila. Nella raccolta primaverile in questione si trovano tra gli altri l'ultimo singolo (un po' fiacco a dire il vero) di Nick Cave, i Frames, Michael Franti e Joe Henry, ma ai primi ascolti i miei preferiti sono gli Islands (indie-pop fortemente sconsigliato ai diabetici), l'inossidabile Bob Mould (veramente bella la sua "The silence between us", un rock che profuma tanto di anni novanta), ma soprattutto DeVotchka (o i Devotchka, non so), già deliziosa rivelazione nella colonna sonora di "Little Miss Sunshine".

ANTI Digital Sampler Spring 2008

Il titolo del post non c'entra molto, però Juno è un film che aspetto di vedere...

domenica 2 marzo 2008