lunedì 28 luglio 2008

Spacciatori di spleen

Come quasi tutti gli anni in questo periodo il sentimento prevalente che mi accompagna è la malinconia. Non so perché, forse il motivo è da ricercarsi nel fatto che tutti partono mentre io sono ancora in città a lavorare e, come ripeteva un vecchio e abusato adagio "partire è un po' morire", saranno le strade semivuote nella calura estiva, o forse è solo la mia attitudine verso la vita, fatto stà che negli ultimi giorni i miei spacciatori preferiti di spleen sono i canadesi Great Lake Swimmers, ed è un gran bell'ascoltare. Tutti i loro dischi sono delle perle folk-rock, che contengono canzoni memorabili e c'è solo l'imbarazzo della scelta, però queste due in particolare tratte dall'ultimo ottimo "Ongiara" al momento mi hanno stregato.

Great Lake Swimmers - Backstage With the Modern Dancers



Great Lake Swimmers - I am Part of a Large Family



Su questa pagina di YouTube ci stanno altri video del gruppo, tutti consigliatissimi.

domenica 27 luglio 2008

Believe in me believe in nothing

Foto di narrator

E credeteci nel buon Michael Stipe perché i R.E.M. ieri sera all'Arena di Milano hanno fatto un gran concerto, sono in forma smagliante e il posto era se possibile più pieno che per i Radiohead. E poi sarebbe bastato la versione da brividi di "Country feedback", che ci hanno regalato nei bis, canzone che me li farebbe amare lei da sola, una delle mie preferite di sempre, suonata oltretutto quando il mio pensiero era appena stato: "Grandissimi, manca solo Country feedback..."

R.E.M. - Country feedback (live w/Neil Young).mp3 [via captains dead]

R.E.M. - Man on the moon (live w/Bruce Springsteen).mp3 [via captains dead]

domenica 13 luglio 2008

martedì 8 luglio 2008



Ruth Theodore è una cantautrice londinese che ho scoperto un paio di giorni fa (via Free Albums Galore) e da quel momento staziona senza sosta nel mio lettore mp3. Il suo album si intitola "Worm food" ed è un ascolto decisamente spiazzante, un po' come sentire un'ipotetica Ani Di Franco in viaggio lungo l'Europa, tappe obbligate il Mediterraneo e i Balcani, persa dentro atmosfere da cabaret e avanspettacolo; un ascolto spiazzante ed entusiasmante (provate e lasciatevi ammaliare dalle sghembe filastrocche "Overexpanding" e "CO2", che rispettivamente aprono e chiudono il disco).
La parte migliore deve però ancora arrivare, come forse alcuni avranno capito, perché "Worm food" è scaricabile gratuitamente da internet.

Ruth Thedore - Worm food