mercoledì 22 novembre 2006

Slint: Washer



Goodnight my love
Remember me as you fall to sleep
Fill your pockets with the dust and the memories
That rises from the shoes on my feet

I won't be back here
Though we may meet again

I know it's dark outside
Don't be afraid
Everytime I ever cried from fear
Was just a mistake that I made
Wash yourself in your tears
And build your church
On the strength of your faith

Please
Listen to me
Don't let go
Don't let this desperate moonlight leave me
With your empty pillow
Promise me the sun will rise again

I too am tired now
Embracing thoughts of tonight's dreamless sleep
My head is empty
My toes are warm
I am safe from harm



Che gran gruppo gli Slint, e che grande album Spiderland!
Chissà se se ne resero conto quando lo pubblicarono ed erano solo quattro ragazzini di Louisville?
E chissà che pensavano quando Will Oldham scattò loro la foto che finì sulla copertina, immersi nell'acqua fino al collo, quell'acqua che mi affascinò prima ancora di sentire il disco, quasi oleosa nel bianco e nero dell'immagine?





21 commenti:

andrea erdna ha detto...

Hai mai provato ad ascoltare la trasmisisone 'battiti' su radio3 dopo la mezzanotte, Chad?

chad palomino ha detto...

a dire la verità no, non la conosco, e non ascolto molto radio 3. generalmente sto su radio popolare, tranne le trasmissioni o i microsonoi aperti in cui partono pistolotti soporiferi e fuori dal tempo sull'essere compagni, i bei tempi andati del comunismo, etc.

cosa ci propone questa "battiti"?

io ogni tanto quando arrivo in piena notte al sabato ascolto anche "stereonotte" su radio 1, trasmissione che sentivo spesso durante le nottate di studio (o cazzeggio dipende...) ai tempi di liceo e università (ora è solo al sabato, allora era quotidiana o giù di lì)

nosferatu man ha detto...

chiconduce adesso stereonotte?
ricordi planet rock e suoni e ultrasuoni? i miei preferiti erano luca de gennaro e gennaro iannuccilli.

chad palomino ha detto...

yessa! certo che le ricordo. forse i miei preferiti erano paolo gironi e rupert, però anche gli altri, in fondo si trattava sempre buona musica.
a stereonotte fino a qualche mese fa c'era il buon federico guglielmi, ora c'è una conduttrice di cui ora non ricordo il nome, comunque la programmazione è sempre ottima.

Anonimo ha detto...

Mi piace pensare che gli artisti non si rendano conto di aver creato un capolavoro prima del successo. Mi piace pensare che molti non se ne rendano conto neanche dopo.

Ing. Mauri ha detto...

L'opera d'arte è sempre superiore al maestro

Andrea ha detto...

Per quanto riguarda la trasmissione 'battiti', prova ad ascoltarla. E' ogni notte dal lunedì al venerdì alle 24 - un po' tardi è vero, ma se sei sveglio...

robertolunico ha detto...

ing.mauri, ha un sito internet geniale! ..anche a me piace pensare quello che piace pensare all'anonimo

ArteDelNastrone ha detto...

Scusate, l'anonimo sono io.

chad palomino ha detto...

già, temo che l'ing. mauri soffra di schizofrenia e abbia molteplici personalità...

andrea erdna ha detto...

Confermo. Per la prima volta l'anonimo non sono io

chad palomino ha detto...

ho ascoltato "battiti" ed effettivamente mi sembra molto carina, con molta elettronica ed electro-jazz. grazie della segnalazione

andrea erdna ha detto...

Ti segnalo anche la trasmissione 'fuochi', più jazzistica, trasmessa non so con quale frequenza dalle 23.30 sino a mezzanotte sempre su Radio3.

chad palomino ha detto...

credo di aver beccato pure quella, o almeno un pezzo. non male, anche se ieri, dal poco che ho sentito mi sembrava più incentrata su hip hop et similia (non quello truzzo, comunque...)

andrea erdna ha detto...

Be' visto che ci sei, fai il grande salto. Prova ad ascoltare anche RadioTre Suite...

chad palomino ha detto...

che sarebbe?
immagino musica classica, ma quando?

andrea erdna ha detto...

Non solo classica. Ogni sera alle 20. Come vedi sono un appassionato di radio3. Che ne pensi di Lifegate?

chad palomino ha detto...

a sondrio non si becca.
per quel che ricordo da quando ero a milano non era male, anche se era sempre una radio da sottofondo, con una buona programmazione musicale e null'altro (non che sia poco per carità), però a dire il vero non l'ho mai ascoltata moltissimo

robertolunico ha detto...

l'architetto gay da cui lavoravo, ascoltava lifegate e alle cinque faceva sempre il tè..esticazzi?!!

andrea erdna ha detto...

Concordo col tuo giudizio, Chad. E' adatta soprattutto quando in auto sei immerso nel traffico cittadino, per il suo effetto rilassante che si oppone al logorio della vita moderna. A casa viceversa non l'ascolto mai.

franz1789 ha detto...

Che grande canzone Washer degli Slint, un disco che è un capolavoro, complimenti per le scelte musicali..